Assegnazione del marchio di qualità "Valtellina" - Camera di commercio di Sondrio .:: Filo ::.
Filo - https://www.filo.unioncamere.it/

Assegnazione del marchio di qualità "Valtellina" - Camera di commercio di Sondrio

09 September 2015

Stampa

Assegnazione del marchio di qualità “Valtellina” a soggetti pubblici e privati che ne fanno richiesta, aventi sede legale o unità locali operative nella provincia di Sondrio.
Il marchio, a carattere collettivo, è di proprietà della Camera di commercio di Sondrio e viene concesso in licenza d'uso:
• a titolo oneroso, ad imprese private di vari settori tipici del made in Italy (agroalimentare a denominazione di origine, artigianato artistico e tradizionale, attività ristorative e turistico-ricettive)
• a titolo gratuito, ad organismi non imprenditoriali o non profit quali:
- enti pubblici ed organismi a prevalente capitale pubblico
- soggetti privati portatori di interessi diffusi e collettivi (associazioni di categoria accreditate in Camera di commercio; associazioni e fondazioni senza scopo di lucro in campo culturale, educativo e sociale; associazioni e società sportive; ordini professionali rappresentati nella Consulta dei Liberi Professionisti della Camera di commercio).
L'iniziativa è volta ad offrire ai soggetti licenziatari la possibilità di certificare la qualità dei propri prodotti e servizi attraverso un riconoscimento provinciale che ne garantisce la rispondenza a standard elevati.
Per utilizzare il marchio occorre possedere i requisiti previsti dall'apposito regolamento. La sussistenza dei requisiti viene valutata e controllata dalla Camera di commercio.

Al di fuori dei casi di cui sopra, possono fare domanda di uso del Marchio, nella forma “Valtellina Impresa”, le imprese locali che abbiano acquisito la “certificazione di responsabilità sociale territoriale”, volta al riconoscimento del legame tra l’attività dell’impresa e territorio provinciale e disciplinata da un apposito regolamento.
Il Marchio “Valtellina Impresa” può essere utilizzato per la promozione di:
• prodotti e servizi interamente realizzati sul territorio provinciale
• prodotti, servizi e categorie merceologiche che non siano destinatarie di denominazioni di origine o di marchi collettivi geografici.