.:: Filo ::.

Home > Comunicazione > News 2015 > Previsioni occupazionali e alternanza scuola-lavoro: due convegni nelle Marche
Previsioni occupazionali e alternanza scuola-lavoro: due convegni nelle Marche
I principali risultati dell’indagine Excelsior relativi ai fabbisogni occupazionali nella provincia di Ancona saranno al centro di un convegno organizzato dalla Camera di commercio di Ancona venerdì 6 novembre alle ore 10. L'evento, in collaborazione con l’ISTAO, presenta una sintesi dei principali risultati dell’Indagine Excelsior relativa alle previsioni occupazionali e ai fabbisogni professionali delle imprese della provincia di Ancona per l’anno 2015.
L’analisi della domanda di lavoro privata riveste un’importanza fondamentale, in particolare in un contesto economico che dopo anni di recessione consente di cogliere segnali di ripresa, che devono essere letti anche alla luce di un quadro normativo di riferimento del mercato del lavoro ormai mutato. Le tendenze in atto nel Paese si intrecciano e si confrontano con quelle che il mercato del lavoro evidenzia a livello locale, fornendo spunti di riflessione utile per i decisori pubblici e privati ad ogni livello.
 
La partecipazione è libera: clicca qui per la registrazione online
 
Sempre venerdì 6 novembre, alle ore 15, presso la Camera di commercio di Macerata è in programma un incontro dedicato a "L'Alternanza Scuola-Lavoro nella legge di riforma"La Buona Scuola". Un appuntamento ideato dalla CdC di Macerata, attiva da oltre 10 anni nel settore della formazione ed ispiratrice del locale Comitato territoriale per l’Alternanza Scuola Lavoro, per un approfondimento sul tema della riforma di cui alla legge n. 107/215. Una legge che contiene molti punti qualificanti e che chiama diversi Enti ad interagire, comprese le Camere di Commercio, alle quali la riforma assegna rinnovate funzioni. Le Camere di Commercio sono chiamate a gestire il nuovo Registro Nazionale per l’Alternanza Scuola-Lavoro, che sarà costituito in una sezione speciale del Registro delle Imprese. Vi è poi il ruolo nei laboratori territoriali per l’occupabilità, attraverso la compartecipazione, con diversi attori (università, associazioni, fondazioni, enti di formazione professionale, istituti tecnici superiori ed imprese private), al raggiungimento di obiettivi ambiziosi, che sono parte integrante delle funzioni riconosciute all’Ente camerale. La riforma coinvolge peraltro un’ampia platea di istituzioni pubbliche e private: orientamento della didattica e della formazione ai settori strategici del made in Italy, in base alla vocazione produttiva, culturale e sociale di ciascun territorio; fruibilità di servizi propedeutici al collocamento al lavoro o alla riqualificazione di giovani non occupati; apertura della scuola al territorio e possibilità di utilizzo degli spazi anche al di fuori dell’orario scolastico.
Di queste prospettive parleremo con l’on. Irene Manzi, parlamentare del territorio e componente della Commissione Istruzione della Camera dei Deputati, e con rappresentanti dell’Unioncamere e della Regione Marche, invitando gli stessi a confrontarsi con l’Istituzione Universitaria, l’Ufficio Scolastico regionale, il mondo della scuola e dell’impresa nel suo complesso.
 
Ad entrambi gli eventi sarà presente per Unioncamere Domenico Mauriello, responsabile del Centro Studi, Ricerca e Formazione.
 
Per scaricare il programma ed iscriversi all'evento clicca qui
 
 
Per saperne di piú: CdC di Ancona - CdC di Macerata
Data di pubblicazione: 05/11/2015 11:19
Data di aggiornamento: 05/11/2015 12:14