.:: Filo ::.

Home > > MESTIERI E PROFESSIONI > Pierre - Pubbliche relazioni
Pierre - Pubbliche relazioni

Il pierre, o esperto in pubbliche relazioni, cura l'aspetto della comunicazione per le imprese, sia verso l'interno che verso l'esterno, svolgendo così un ruolo fondamentale per lo sviluppo e il miglioramento dell'azienda. Nonostante siano chiamati anche pr (da public relation), questi professionisti privilegiano la dicitura di comunicatore d'impresa, che comprende non solo gli addetti alle pubbliche relazioni in senso stretto, ma anche chi si occupa di pubblicità, di marketing, chi segue le sponsorizzazioni e chi studia le strategie dei rapporti.
Il pierre crea, mantiene e consolida il rapporto di fiducia tra l'impresa e il pubblico di riferimento; può lavorare presso varie aziende, in qualità di dipendente, in un'agenzia dove si può specializzare in altre attività, organizzando l'ufficio stampa, oppure come free-lance, fornendo consulenze.

La professione di pierre non è attualmente riconosciuta a livello giuridico nonostante le pressioni delle associazioni di categoria presso il legislatore. Ognuna di queste associazioni di categoria ha poi stilato un codice deontologico con modalità e requisiti di adesione, ma non esiste un Albo riconosciuto a cui potersi iscrivere.
Per accedere alla professione è bene seguire il giusto percorso di studi, che passa attraverso un laurea in Scienze delle comunicazioni o in Relazioni pubbliche, e avere una spiccata propensione per i rapporti interpersonali, capacità di organizzare il lavoro altrui, conoscenza della psicologia umana, versatilità e capacità manageriali.
Passaggio quasi obbligatio per questo profilo è un periodo di tirocinio/stage presso agenzie di relazioni pubbliche e gli enti che più interessano: si tratta di un'opportunità importante per imparare e farsi conoscere.

Data: 20/01/2010
Fonte: Redazione

Torna su

PROFILO

Il pierre (dalla sigla pr, abbreviazione di pubbliche relazioni) opera per conto di piccole aziende che non hanno né un ufficio stampa né un ufficio di pubbliche relazioni, occupandosi di organizzare iniziative per promuovere la loro immagine.
Il pierre è il professionista delle pubbliche relazioni. In realtà, sotto questa definizione, si collocano figure molto diverse, dall'addetto stampa all'informatore scientifico.
L'attività specifica è quella di manager della comunicazione, alle dipendenze di un'impresa, come libero professionista, o all'interno di una società autonoma.
Il pierre cura dell'immagine aziendale, attraverso la distribuzione di materiali informativi, l'organizzazione di convegni, incontri, iniziative culturali, la realizzazione di sponsorizzazioni, le relazioni con la stampa, con la pubblica amministrazione, con l'opinione pubblica in generale.

Il pierre realizza ipotesi e proposte di comunicazione e ne progetta i supporti, avvalendosi della tecnologia dell'informazione e della comunicazione, dei nuovi mezzi di comunicazione e delle reti telematiche.
Progetta studi e attività di ricerca su testi specialistici (manuali tecnico-scientifici, presentazioni multimediali, immagini pubbliche di enti o persone e comunicazione di eventi) e sistemi di comunicazione in ambienti complessi (formazione, lavoro, ricerca ecc.) mediante l'utilizzo di vari mezzi di comunicazione (televisione, cinema, radio, mezzi multimediali, cartelloni, cartelloni pubblicitari, stampa, ecc.).

E' possibile individuare diverse specializzazioni di questo profilo, svolte da professionisti diversi oppure dalla stessa persona; ognuna richiede preparazione e capacità specifiche.
Ad esempio, il responsabile delle relazioni esterne (o di progetto, se lavora in agenzia) gestisce il rapporto tra l'azienda e i vari mezzi di comunicazione, i consumatori o clienti e le associazioni. Può svolgere prevalentemente anche la funzione di addetto all'ufficio stampa, avvicinandosi maggiormente al profilo del giornalista.
Il responsabile delle relazioni interne gestisce il rapporto tra l'azienda e i dipendenti, favorendo la comunicazione allo scopo di rendere il personale partecipe degli obiettivi, delle scelte e dei risultati dell'azienda stessa. Cura inoltre il rapporto con gli eventuali azionisti e con i rivenditori.
Infine, il lobbista cura gli interessi dell'azienda nel mondo politico, ne difende la causa e raccoglie le informazioni sulle tendenze della produzione normativa che riguardano il settore merceologico a cui appartiene l'azienda.

Data: 20/01/2010
Fonte: Redazione

Torna su

REQUISITI

L'esperto in pubbliche relazioni cura l'immagine aziendale e progetta e realizza piani e attività di comunicazione destinati a pubblici interni (dipendenti, collaboratori, commerciali, ecc) ed esterni all'azienda (clienti, fornitori, collettività, media, ecc). Per questo è molto importante per questo profilo professionale possedere competenze e conoscenze di:

- marketing;
- comunicazione pubblica;
- comunicazione d'impresa;
- comunicazione multimediale;
- tecnologie per la comunicazione;
- mercato pubblicitario.

Il pierre deve necessariamente essere intraprendente, dinamico e avere una particolare predisposizione ai rapporti interpersonali. Comunicazione e ascolto, capacità di gestire le relazioni e le negoziazione e di lavorare con gruppi operativi, sono le attitudini principali per l'esperto in pubbliche.
Per intraprendere questa professione, occorre una buona cultura generale: il diploma di scuola media superiore risulta spesso insufficiente; è preferibile una laurea in Scienze della comunicazione.

Data: 20/01/2010
Fonte: Redazione

Torna su

FORMAZIONE

Diventare pierre richiede sempre più una preparazione specifica e non generica, tanto che è stato istituito il corso di laurea in Scienze della comunicazione che fornisce le conoscenze delle teorie, dei metodi, delle tecnologie e degli strumenti della comunicazione, insieme con la cultura di base umanistica e scientifico- tecnologica che consente di operare in tutti i settori dei media e della comunicazione. I laureati della classe possiedono inoltre le competenze di base dell'informazione, comprese quelle relative alle nuove tecnologie.
Il corso di laurea in Scienze della comunicazione comprende infatti attività dedicate all'acquisizione delle conoscenze primarie nei vari campi delle scienze e delle tecnologie della comunicazione e dell'informazione, nonché di metodi propri della ricerca sui media - con particolare riferimento ai new media interattivi e alle loro applicazioni commerciali e sociali - sui pubblici e sulle dinamiche di fruizione e consumo.
In molti atenei sono previste inoltre attività di laboratorio e, in relazione a obiettivi specifici, alcune attività esterne, quali tirocini formativi presso aziende e laboratori, stages e soggiorni anche presso altre Università, italiane e straniere, nel quadro degli accordi nazionali e internazionali In alternativa è possibile indirizzarsi verso altri corsi specifici, quali il diploma in marketing e comunicazione d'impresa, o verso un master (corso di specializzazione post-universitaria).

Più mirato e di recente istituzione è il corso di laurea in Relazioni pubbliche che prepara chi intende diventare un professionista nella gestione dei processi di comunicazione interna ed esterna di organizzazioni private e pubbliche.
Materie caratterizzanti del corso sono, tra le altre, marketing, relazioni pubbliche e comunicazione d'impresa, economia aziendale, consumi e cultura d'impresa, psicologia e consumi
Il corso di laurea prepara quindi ad utilizzare un insieme di competenze complesse, che richiedono non solo la comprensione dei meccanismi che governano la comunicazione, ma di quelli che regolano la vita delle istituzioni che la generano e degli individui che la ricevono, e del contesto economico e sociale entro il quale essa assume significato.

Per un quadro completo dell'offerta formativa dell'Università italiana rimandiamo al database del Miur http://offf.miur.it.
Per avere informazioni generali sugli atenei, sulle strutture e sulle facoltà, si può consultare invece il database http://cercauniversita.cineca.it.

Data: 20/01/2010
Fonte: Redazione

Torna su

SBOCCHI PROFESSIONALI

L'esperto in pubbliche relazioni può operare in aziende di medio o grandi dimensioni, organizzazioni imprenditoriali, Pubblica amministrazione locale e centrale, organizzazioni non profit, imprese di comunicazione e, più in specifico, in imprese di pubbliche relazioni.
I neolaureati trovano spesso un primo impiego come addetti o come consulenti, nelle relazioni interne ed esterne di aziende ed organizzazioni pubbliche e private, nell'industria culturale, editoriale, giornalistica e telematica, nel marketing, nello spettacolo e nelle reti radio-televisive, nelle attività editoriali e di informazione.
Buone opportunità di impiego si presentano anche nel campo dei beni e dei servizi culturali in musei, biblioteche, mediateche e come esperti di programmi, di palinsesti, di gestione di immagini, di comunicazioni visive, di interfacce, di multimedialità, di pubblicità, di eventi comunicativi e sociali. I

L'esperto in pubbliche relazioni può inserirsi sia in aziende private che in enti pubblici con le seguenti funzioni:

- responsabile di uffici stampa, pubblicitari, uffici editoriali, responsabili di comunicazioni di azienda e comunicatori nel settore pubblico;
- esperto di tecnologie della comunicazione (sia nell'ambito della carta stampata che informatico e telematico);
- responsabile di uffici di gestione, di strumenti dell'analisi quantitativa e qualitativa di dati rilevanti per i processi di comunicazione nell'impresa e nelle istituzioni pubbliche;
- collaboratore alla progettazione e gestione di eventi culturali.

Data: 20/01/2010
Fonte: Redazione

Torna su

PER SAPERNE DI PIU'

Per avere maggiori informazioni sulla figura professionale del pierre o esperto in pubbliche relazioni, contattare:

- Ferpi - Federazione relazioni pubbliche italiana
via Caretta 3, 20131 Milano
tel. 02 58312455 fax 02 58313321
e-mail info@ferpi.it
sito web: www.ferpi.it.

- Unicom - Unione nazionale imprese di comunicazione
piazza Bertarelli 1, 20122 Milano
tel. 02 863815 fax 02 809636
e-mail info@unicomitalia.org
sito web: www.unicomitalia.org.

- Assorel - Associazione delle agenzie di relazioni pubbliche
via Mameli 4, 20129 Milano
tel. 02 70100704 fax 02 70105414
e-mail segreteria@assorel.it
sito web: www.assorel.it.

Data: 28/08/2000
Fonte: Redazione

Torna su

Data di pubblicazione: 23/10/2011 19:09
Data di aggiornamento: 23/10/2011 19:09