.:: Filo ::.

Home > > MESTIERI E PROFESSIONI > Ingegnere chimico
Ingegnere chimico

Il compito principale dell'ingegnere chimico è quello di portare la chimica fuori dai laboratori per inserirla nel mondo in cui viviamo. La gran parte di ciò che sta intorno a noi, ciò che usiamo, ciò che indossiamo, ciò che serve per curarci, quello che mangiamo proviene dall'industria chimica o ha avuto passaggi fondamentali nell'industria chimica.
Si tratta di affrontare in modo scientifico i problemi connessi con la produzione poiché, nell'odierno contesto di sviluppo industriale sostenibile, all'ingegneria chimica viene chiesto di occuparsi non soltanto degli aspetti più strettamente collegati alla produzione, ma anche di quelli relativi alla sicurezza ed all'impatto ambientale.

Data: 22/10/2002
Fonte: Redazione

Torna su

PROFILO

L'ingegnere chimico utilizza i fondamenti della matematica, della chimica e della fisica, combinandoli con quelli ingegneristici, per risolvere problemi tecnici tipici delle industrie di processo, nel rispetto delle condizioni di sicurezza per gli operatori e per l'ambiente, tenendo costantemente in attenta considerazione i relativi risvolti economici.
L'ingegnere chimico gestisce le trasformazioni chimico-fisiche dei materiali, attraverso la conoscenza e la capacità di selezionare le tipologie dei processi, le condizioni operative e le apparecchiature in cui realizzarli. Possiede gli strumenti metodologici necessari alla comprensione dei principi termodinamici, dei sistemi reattivi, nonché degli aspetti relativi alla progettazione ed alla gestione degli impianti, anche dal punto di vista delle problematiche ambientali e di sicurezza.

Sebbene la denominazione di ingegnere chimico indichi che si tratta di persona familiare con la "chimica", è, tuttavia riduttivo pensare che la sua attività sia ristretta alla fabbricazione di prodotti chimici. Il termine "ingegnere chimico" non delimita il campo della sua attività ma precisa ciò che rende diverso il suo campo di azione da quello delle altre branche dell'ingegneria.

Le principali funzioni dell'ingegnere chimico sono:
- controllo di produzione;
- formulazione di nuovi prodotti, con passaggio dalla scala di laboratorio all'impianto pilota e alla produzione;
- simulazione al calcolatore di processi di produzione per l'ottimizzazione del prodotto e del processo;

- automazione delle attività produttive;
- analisi economica di un processo o di un intero settore della produzione, con riferimento al risparmio energetico, al controllo dell'inquinamento, ai problemi di sicurezza degli impianti e dell'ambiente di lavoro;
- studio di problemi logistici, di propaganda e di marketing.

L'ingegnere chimico progetta, presiede alla costruzione, avvia e gestisce l'attività di impianti industriali che interessano:
- la chimica di base (petrolchimica, prodotti della chimica primaria, metallurgia, gas,...);
- la chimica secondaria (materie plastiche, gomma, fibre, rivestimenti, espansi, adesivi, pitture, inchiostri, carta);
- prodotti biotecnologici, biomedici, farmaceutici, cosmetici e alimentari;
- materiali avanzati;
- la produzione e l'utilizzazione di energia;
- la trasformazione di biomasse;
- il trattamento di effluenti inquinanti.

Data: 25/01/2007
Fonte: Redazione

Torna su

REQUISITI

L'ingegnere chimico è dotato di una preparazione solida nelle scienze di base (matematica, fisica e chimica) e nelle scienze generali dell'ingegneria (elettrotecnica, macchine, materiali e scienza delle costruzioni) che gli consente di interagire con gli specialisti degli altri settori dell'ingegneria industriale.
L'ingegnere chimico deve essere in grado di:

- definire le condizioni operative relative a processi di trasformazione consolidati;
- progettare le apparecchiature, le linee ed i servizi ausiliari in cui vengono realizzati i processi di trasformazione e l'impianto nel suo insieme;
- gestire gli impianti in cui sono realizzati i processi di trasformazione;
- recepire le innovazioni tecnologiche ed affiancare altri specialisti nello sviluppo di nuovi processi di trasformazione.

Deve inoltre possedere:

- interesse per il settore tecnico e chimico;
- capacità di adattamento di fronte all'evoluzione tecnologica, disponibilità a un continuo aggiornamento;
- senso della responsabilità e capacità organizzative (pianificazione, distribuzione del lavoro, rispetto dei termini di produzione);
- capacità di organizzazione personale, determinazione e capacità decisionali;
- disponibilità per le relazioni umane e per il lavoro di équipe.

Data: 25/01/2007
Fonte: Redazione

Torna su

FORMAZIONE

La formazione dell'ingegnere chimico passa attraverso il corso di ingegneria chimica, attivo a: Bologna, Cagliari, Cosenza, Genova, L'Aquila, Milano (Politecnico), Napoli (Federico II), Padova, Palermo, Pisa, Roma (La Sapienza), Salerno,Savona (Università di Genova), Torino (Politecnico), Trieste.
Gli indirizzi previsti sono: alimentare, ambientale, biotecnologie industriali, materiali.
Tra le materie: fisica tecnica, principi di ingegneria chimica; elettrotecnica e tecnologie elettriche; macchine e sistemi energetici, propulsione aerospaziale; tecnologia e sistemi di lavorazione; elettronica automatica.

Data: 22/10/2002
Fonte: Redazione

Torna su

SBOCCHI PROFESSIONALI

Gli sbocchi professionali per l'ingegnere chimico possono essere:
- industrie di trasformazione di materie prime;
- attività di produzione e trasformazione di energia;
- società di servizi per la gestione di apparecchiature ed impianti;
- imprese di progettazione e centri di ricerca e sviluppo di aziende pubbliche e private;
- enti operanti nel settore del trattamento dei rifiuti solidi, liquidi ed aeriformi;
- aziende ed enti civili e industriali nei quali è richiesta la figura del responsabile della sicurezza nell'ambiente di lavoro e nella protezione ambientale;
- insegnamento.
In particolare le aziende interessate all'ingegnere chimico sono:
- industrie chimiche, alimentari, farmaceutiche e di processo;
- aziende di produzione, trasformazione, trasporto e conservazione di sostanze e materiali;
- laboratori e centri di ricerca industriali;
- strutture tecniche della pubblica amministrazione deputate al governo dell'ambiente e della sicurezza.
Tra i campi più promettenti dal punto di vista occupazionale:
- gestione problematiche ambientali (disinquinamento e sicurezza);
- tecnologie per il risparmio energetico;
- cosmetologia e gestione delle tecnologie alimentari;
- bioingegneria;
- fisica sanitaria.

Infine, l'ingegnere chimico può esplicare la sua attività in enti governativi (quali uffici brevetti, uffici tecnici, uffici preposti alle norme di sicurezza, a livello nazionale e internazionale), può accedere alla carriera universitaria, all'insegnamento e alla libera professione, ecc.

Data: 22/10/2002
Fonte: Redazione

Torna su

PER SAPERNE DI PIù

Per avere maggiori informazioni sulla figura dell'ingegnere chimico è possibile rivolgersi a:

- AIDIC Associazione Italiana di Ingegneria Chimica,
via Giuseppe Colombo, 81/A 20133 Milano
tel. 02.70608276 fax: 02.59610042
e-mail: aidic@aidic.it
sito Web: www.aidic.it
L'Associazione italiana di ingegneria chimica, raccoglie i professionisti italiani provenienti dall'industria e dall'accademia operanti nel settore dell'ingegneria chimica, ma dà il benvenuto anche ai giovani ancora in formazione.

- Consiglio nazionale degli ingegneri
via IV Novembre 114 , 00187 Roma
tel. 06.12345678 fax 06.12345678
e-mail: info.ingegneri@ingegneri.org
sito Web: www.ingegneri.it;

- Inarcassa
Cassa nazionale di previdenza e assistenza per Ingegneri ed architetti e liberi professionisti
via Salaria 229, 00199 Roma
tel. 06.852741 fax 06.85274446
e-mail: informazioni@inarcassa.it
sito Web: www.inarcassa.it;

- Politecnico di Torino
corso Duca degli Abruzzi 24, 10129 Torino
tel. 011.5646254
e-mail: orienta@polito.it
sito Web: www.polito.it

- Politecnico di Milano
piazza Leonardo da Vinci 32, 20133 Milano
tel. 02.23992500
sito Web: www.polimi.it;

- Politecnico di Bari
via Orabona 4, 70125 Bari
tel. 080.5963347/349/451 fax 080.5963348
sito Web: www.poliba.it.

Data: 25/01/2007
Fonte: Redazione

Torna su

Data di pubblicazione: 22/10/2011 22:04
Data di aggiornamento: 22/10/2011 22:04