.:: Filo ::.

Home > > MESTIERI E PROFESSIONI > Esperto in comunicazione e marketing ambientale
Esperto in comunicazione e marketing ambientale

L'attenzione verso l'ambiente ha portato a una nuova coscienza del benessere quotidiano: un fattore che maggiormente influenza la salute fisica e mentale è il teatro abituale delle nostre azioni, come la casa, l'ufficio, i luoghi di ritrovo. A partire da questa esigenza si è fatta strada negli ultimi anni l'edilizia ecologica che utilizza materiali naturali non pericolosi per chi li produce, per chi li mette in opera e per chi li deve trattare. Fondamentale è anche l'eliminazione o la riduzione ai minimi termini delle fonti di inquinamento interno, che modificano la qualità dell'aria, producono campi elettromagnetici artificiali o generano emissioni dannose. Infine non va dimenticato il risparmio energetico e l'adozione di fonti di energia sostenibili come quella solare.
L'architettura bioecologica (denominata bioarchitettura o bioedilizia) realizza concretamente nelle costruzioni questi principi e costituisce oggi una risposta allo stato di progressivo degrado e distruzione dell'ambiente che ci ospita.
Il suffisso "bio" si riferisce alla auspicata presenza di "vita" in un'architettura: quindi un'architettura fatta per la vita, in grado di creare "case" e quindi "città" intese come organismi viventi. Il termine "ecologico" rappresenta la volontà che l'architettura crei luoghi che sappiano rapportarsi in modo equilibrato con l'ambiente in cui si inseriscono e che necessariamente trasformano. Comunemente, la bioedilizia si associa anche con l'aggettivo sostenibile, termine che richiama immediatamente alle implicazioni e dell'impatto che il costruire può avere sull'ambiente circostante.
L'Unione europea riconosce l'importanza di una trasformazione ecologica della produzione edilizia, con la direttiva 89/106 sulla qualità, anche ambientale, dei materiali da costruzione e poi con il regolamento 880/92 che prevede la costituzione di un marchio europeo denominato "ecolabel" per la certificazione della ecocompatibilitá dei prodotti non solo per l'edilizia.
Tra le principali figure professionali che operano in questa branchia dell'edilizia e dell'architettura, l'esperto in comunicazione e marketing ambientale progetta e realizza piani di comunicazione e di promozione relativi alle tematiche dell'architettura a basso impatto ambientale, favorendone la diffusione e lo sviluppo sul territorio.

Data: 27/06/2005
Fonte: Isfol (elaborazione redazionale)

Torna su

PROFILO

L'esperto in comunicazione e marketing ambientale realizza analisi di mercato per individuare i "bisogni" dei contesti socio-territoriali, progetta il piano di comunicazione, gli obiettivi, i mezzi, gli strumenti e le tecnologie da applicare e definisce il piano mezzi per la promozione e la diffusione di temi e iniziative di settore. In particolare si occupa di:

- elaborare analisi di fattibilità per la realizzazione e la diffusione degli interventi di promozione progettati a livello locale e sull'intero territorio nazionale;
- individuare sul territorio le strutture ricettive ad ampia e media capacità e le realtà imprenditoriali operanti nel settore informatico, pubblicitario e tipografico da utilizzare per la realizzazione di piani promozionali e di marketing;
- organizzare fiere ed expo a livello locale, regionale e nazionale per la presentazione di prodotti e tecnologie a basso impatto ambientale;
- collaborare all'elaborazione di materiale audiovisivo e interattivo (VHS, CD-Rom, ecc...) nonché di folders, brochures e depliants informativi.

L'esperto in comunicazione e marketing ambientale collabora alla progettazione e realizzazione di portali e siti web sull'architettura a basso impatto ambientale (attivazione di forum, comunità di pratiche, e-learning). In questo ambito, progetta newsletter informative su tematiche di architettura a basso impatto ambientale.
Molto importante è la sua funzione di orientamento e consulenza per gli adempimenti normativi ambientali, per l'accesso ad incentivi e le possibilità di finanziamento nazionali e comunitari e per l'utilizzazione di fondi strutturali già in possesso degli enti locali.
Può coordinare azioni di promozione sostenute da diversi enti e associazioni e attività dei diversi attori coinvolti nella realizzazione del piano di marketing e comunicazione (grafici, pubblicisti, webmaster, ecc...).
Organizza e attiva sportelli informativi presso strutture pubbliche e private al fine di stimolare l'interesse ed il consenso dei cittadini e dei protagonisti della realtà locale sui temi dell'edilizia a basso impatto ambientale.
Svolge infine un importante attività di sensibilizzazione presso le strutture scolastiche e le associazioni pubbliche (consumatori, ambientaliste ecc.) per diffondere l'architettura a basso impatto ambientale.

Data: 27/06/2005
Fonte: Isfol (elaborazione redazionale)

Torna su

REQUISITI

L'esperto in comunicazione e marketing ambientale deve conoscere le principali teorie e modelli della comunicazione (segno, messaggio, testo, semantica e pragmatica, codice e lessico), i principi di marketing strategico, i principi della comunicazione pubblicitaria, le diverse tipologie di comunicazione. In particolare, fa parte del suo bagaglio di competenze:

- la normativa di riferimento nella comunicazione (legge 675/1996) e quella applicata all'architettura a basso impatto ambientale;
- i principi di sociologia del mercato e dei consumi a basso impatto ambientale;
- il settore dell'architettura a basso impatto ambientale e le associazioni e gli enti di riferimento.
- il mercato di riferimento sia per ciò che attiene la domanda che per ciò che attiene all'offerta esistente
- i prodotti esistenti sul mercato e ne sa valutare la competitività reciproca.

L'esperto in comunicazione e marketing ambientale sa utilizzare tecniche operative per l'analisi dei mercati e per la formulazione delle politiche di marketing nel settore dell'architettura a basso impatto ambientale. Impiega tecniche di comunicazione integrata (multimediale, pubblicitaria, televisiva, relazionale ecc.), utilizza le principali tecniche di gestione delle relazioni esterne e applica metodi e tecniche per la redazione di un piano di comunicazione.
Deve sapere distinguere le diverse tecniche creative (audiovisivo, grafica, copywriting) e le principali tecniche di gestione di un ufficio stampa e di stesura di redazionali e comunicati stampa.
Esperto di tecnologie informatiche e predisposto all'analisi trasversale e integrata delle problematiche di comunicazione e promozione delle politiche ambientali, deve essere ecosensibile saper attivare e gestire un gruppo di lavoro, risolvere problemi e individuare soluzioni progettuali.

Data: 27/06/2005
Fonte: Isfol (elaborazione redazionale)

Torna su

FORMAZIONE

L'esperto in comunicazione e marketing ambientale possiede una laurea in discipline umanistiche o in Scienza delle comunicazioni, seguita da corsi di specializzazione o master specifici. In particolare, segnaliamo il corso di laurea in Comunicazione naturalistica e ambientale a Siena, Educazione e divulgazione ambientale a Viterbo. Per cercare i corsi di laurea attivati dalle Università italiane è possibile consultare il sito http://offertaformativa.miur.it/corsi.
Esistono inoltre numerosi master e corsi specifici promossi dall'Inbar, Istituto nazionale di bioarchitettura e dall'Anab, Associazione nazionale architettura bioecologica.
Particolarmente utili sono le esperienze lavorative come pubblicista, ricercatore in aziende e società di ricerche di mercato, addetto alle relazioni esterne o addetto stampa in aziende e società di comunicazione.

Data: 27/06/2005
Fonte: Isfol (elaborazione redazionale)

Torna su

SBOCCHI PROFESSIONALI

L'esperto in comunicazione e marketing ambientale può lavorare presso pubbliche amministrazioni centrali e locali (ufficio stampa), società di servizi che operano nel settore ambientale, agenzie di stampa, network tematici e generalisti, grandi imprese edili, aziende di produzione materiali per l'edilizia o di pubblicista ambientale.
Può trovare occupazione in qualità di esperto di marketing a basso impatto ambientale, addetto alle pubbliche relazioni in aziende, comunicatore di sistemi territoriali locali e prodotti a basso impatto ambientale, addetto stampa. La sua carriera può evolvere fino alla figura di account pubblicitario, dirigente nella pubblica amministrazione (ufficio stampa), responsabile comunicazione e immagine in associazioni ambientaliste, responsabile comunicazione e marketing in aziende del settore ambientale, esperto di marketing.

Data: 27/06/2005
Fonte: Isfol (elaborazione redazionale)

Torna su

PER SAPERNE DI PIù

Maggiori informazioni sulla bioarchitettura e sulla figura professionale dell'esperto in comunicazione e marketing ambientale possono essere reperite presso:

Inbar - Istituto nazionale di bioarchitettura
via Cavour 92, 50123 Firenze
tel. 055 5000532 fax 055 5416739
e-mail: info@bioarchitettura.it
sito web: www.bioarchitettura.it
L'istituto accoglie e organizza professionisti iscritti nei rispettivi albi professionali che operano nell'ambito dello sviluppo sostenibile. è punto d'incontro nazionale ed internazionale per il mondo intellettuale e produttivo inserito in settori quali edilizia, urbanistica, geologia, gestione amministrativa del territorio. Collabora alla definizione di programmi esecutivi e di ricerca, attua progetti integrati nazionali, comunitari, internazionali e per i Paesi in via di sviluppo.

Anab - Associazione nazionale architettura bioecologica
via G. Morelli 1, 20129 Milano
tel. 02 76390153 fax. 02 76399798
e-mail: info@anab.it
sito web: www.anab.it
Nata nel 1989, l'associazione raggruppa architetti e professionisti accomunati dalla sensibilità per le tematiche ambientali e preoccupati dal progressivo degrado culturale, etico e materiale della loro professione, dalla devastazione inarrestabile del territorio e dalla sempre maggiore pericolosità dei materiali e delle tecniche costruttive utilizzate in edilizia per la salute dell'ambiente e dei suoi abitanti.
L'associazione è attiva attraverso corsi, convegni, mostre, pubblicazioni scientifiche e la rivista L'Architettura naturale e il trimestrale Notizie ANAB.

Data: 27/06/2005
Fonte: Isfol (elaborazione redazionale)

Torna su

Data di pubblicazione: 22/10/2011 18:59
Data di aggiornamento: 22/10/2011 18:59