.:: Filo ::.

Home > Comunicazione > News 2014 > Sempre più digital
Sempre più digital

L'indagine realizzata da InfoJobs.it (principale realtà italiana ed europea nel settore del recruiting online) ha evidenziato la crescente importanza dei social network e dei dispositivi mobile nella ricerca ed offerta di lavoro.

Il primato dei portali di recruiting trova conferma nel 65,1% di intervistati, che considera di fondamentale importanza il continuo aggiornamento dei profili e dei CV online, visti come principale biglietto da visita dalle aziende.

Nettamente inferiore (19,4%) la percentuale di coloro che non considerano rilevante la revisione costante delle informazioni online, convinti che il contatto principale sia quello offline da giocarsi al massimo durante il colloquio. Pari al 15,5% i pigri che ammettono di aver inserito le informazioni al momento dell'iscrizione sui siti di recruiting senza più aggiornarle.

La percentuale di persone che hanno trovato lavoro rispondendo ad annunci pubblicati in rete è pari al 32,2%. I social network sono sempre più importanti, tanto che più della metà degli intervistati è convinto che sia importante prestare attenzione ai contenuti che si decide di pubblicare. In particolare, il 38,7% crede che i profili personali vengano esaminati da chi si occupa della selezione per conto dell'azienda, mentre il 16,3% vuole mostrare le proprie capacità anche alla propria rete di amici. Il 45% resta invece affezionato ai social network solo per la sfera privata. Resta, comunque, una parte di scettici (35,4%), che non considera utili i social network a fini professionali.

Tenendo conto che il 6,4% dei candidati utilizza i social per la ricerca del lavoro, i 5 canali ritenuti più utili sono:


Dal punto di vista delle aziende che devono assumere,il 76,9% delle persone intervistate afferma di non aver mai assunto nessuno basandosi esclusivamente sui social media, al contrario del 23,1% che dichiara invece di averlo fatto. Il 69,3% degli intervistati da InfoJobs.it ammette di consultare i profili social dei candidati per farsi una prima idea della persona (46,2%), per raccogliere informazioni utili al fine della selezione (15,4%) o per semplice curiosità (7,7%); il 30,8% ritiene invece che i social network debbano rimanere privati.

La web reputation, però, sembra non influire solo sui selezionatori, ma risulta avere un'influenza notevole soprattutto sulle scelte dei candidati: il 73% afferma infatti di effettuare ricerche online approfondite relative all'azienda prima di candidarsi alle offerte di lavoro. L'elemento tenuto maggiormente in considerazione per la definizione dell'immagine aziendale è proprio il sito istituzionale (47,2%), seguito dal prestigio del marchio (42,5%) e dai profili online dedicati alla ricerca del personale (38,2%).

L'indagine realizzata da InfoJobs.it evidenzia dunque il consistente spostamento della ricerca di lavoro e di personale sulle piattaforme online. Il device preferito è il PC, scelto dal 67,7% dei candidati, mentre un versatile 25,9% si divide tra pc, smartphone e tablet e il 6,4% utilizza già solo lo smartphone. Considerando questo 32,3% che utilizza il mobile per la ricerca di lavoro, il 22,8% utilizza la navigazione classica, il 17,4% le applicazioni dedicate e 12,1% accede anche saltuariamente a offerte condivise sui social dai propri contatti.
Sulle potenzialità del mobile le aziende sono in ritardo: quasi la metà di quelle intervistate (46,2%) sta infatti seguendo il fenomeno, ma solo il 7,7% ha già incluso contenuti Hr ottimizzati per il mobile nella propria presenza digital. Il 38,5% sta lavorando a contenuti specifici (38,5%).

Consulta i risultati dell'indagine di InfoJobs.it

 

Data di pubblicazione: 13/01/2014 10:36
Data di aggiornamento: 13/01/2014 16:39