.:: Filo ::.

Home > > Gestire uno stage in azienda: l'organizzazione > Il tutor aziendale

Voci Collegate

Newsletter "Numeri e storie"

Il tutor aziendale

La scelta e la nomina del tutor aziendale hanno un’importanza fondamentale, dal momento che il suo ruolo è cruciale per la qualità dell’esperienza che il giovane potrà realizzare.
Il primo requisito del tutor è certamente la disponibilità: assegnare “d’ufficio” questo compito è forse l’errore più grave, perché il tutor non è un semplice lavoro burocratico. Il suo compito è di accogliere il giovane e sostenerlo nell’intero percorso di apprendimento sul luogo di lavoro.
L’apprendimento sul lavoro avviene essenzialmente attraverso l’identificazione con un “maestro” mosso dal desiderio di trasmettere ad altri la sua competenza.
Alcune imprese, soprattutto medio grandi, hanno trovato molto positiva l’esperienza di affidare gli stagisti a lavoratori anziani o vicini alla pensione, che sono stati particolarmente rimotivati dalla possibilità di trasmettere ai giovani la loro esperienza.

Un “buon” tutor deve possedere:

  • una significativa esperienza professionale, buone capacità comunicative e relazionali, la capacità di tradurre in compiti gradualmente più complessi gli obiettivi del progetto tenendo conto delle caratteristiche dello stagista;
  • la capacità di arricchire il processo di acquisizione delle competenze tecniche con la crescita graduale dell’autonomia;
  • la disponibilità a seguire stabilmente e fino alla fine il giovane che gli è stato affidato, aiutandolo a superare le difficoltà e valorizzandone i successi.

Il tutor aziendale collabora con il referente dell’area stage e con l’università/ente promotore alla stesura del progetto, alla selezione, alla predisposizione degli aspetti organizzativi e alla valutazione.
La sua presenza deve essere assicurata per l’intera durata dello stage. In caso di assenza o indisponibilità è opportuno individuare al più presto un vice-tutor in grado di garantire la prosecuzione del progetto. Il vice-tutor dovrà essere presentato allo studente, chiarendo i motivi della sostituzione.

Data: 20/07/2009
Fonte: Dall’idea al progetto di stage. Assolombarda

Data di pubblicazione: 22/10/2013 15:14
Data di aggiornamento: 22/10/2013 15:16