.:: Filo ::.

Home > > Il contratto > Norme generali, obiettvi, contenuti

Newsletter "Numeri e storie"

Norme generali, obiettvi, contenuti

Le norme generali del contratto di franchising rappresentano la parte tipicamente propedeutica riportata in ogni contratto. Nei contratti di franchising tuttavia tende ad arricchirsi di alcune particolari specificazioni utili a rendere meglio evidenti alcune caratteristiche tipiche dei sistemi di franchising. Di solito, infatti, alla pura e semplice identificazione delle parti contraenti fa seguito la descrizione delle caratteristiche che rendono ciascuna di esse particolarmente adatta al franchising in questione.
Così, ad esempio, dell’affiliante si dice (sinteticamente) com’è giunto a svolgere l’attività che ha poi sviluppato sotto forma di franchising, in che cosa consiste il suo specifico know-how, come esso si concretizza nel sistema di franchising e come questo massimizza l’efficacia funzionale e l’efficienza economica grazie all’intervento attivo dell’affiliato.
Dell’affiliato sono normalmente descritte le doti ed esperienze imprenditoriali e professionali, con particolare riferimento al loro radicamento nella realtà socioeconomica locale.
Segue quindi:

  • una sintetica ma esauriente descrizione delle caratteristiche del sistema di franchising e delle sue modalità di funzionamento, con i contributi che apportano le parti;
  • indicazione sull’oggetto del contratto, l’offerta commerciale (prodotti+servizi) che gli è caratteristica;
  • indicazione degli strumenti messi a disposizione dall’affiliante all’affiliato (l’insegna, i marchi e gli altri segni distintivi, che però rimangono di proprietà dell’affiliante, l’immagine e l’avviamento commerciale, il know-how, il sistema di prospezione mercatistica, il sistema di approvvigionamento, il sistema di sviluppo commerciale, il sistema di sviluppo professionale, i servizi di assistenza tecnico-commerciale e aziendale ecc.).

L’affiliato è chiamato dal contratto a mettere a disposizione dell’affiliante una specifica imprenditorialità, in grado di sviluppare le potenzialità locali, ambienti adeguati a essere strutturati come necessario a ogni punto vendita affiliato del sistema di franchising in questione, una struttura aziendale adeguata alla sua gestione efficace e efficiente, una capacità economico-finanziaria adeguata ecc..
Di solito, a questo punto si ribadiscono formalmente l’indipendenza e autonomia delle parti contraenti, mettendone in evidenza la sostanziale imprenditorialità. Segue una sommaria illustrazione dell’ubicazione del punto vendita e delle sue caratteristiche identificative richiamate in modo più dettagliato nell’apposito allegato. Infine, si precisano i termini dell’eventuale esclusiva territoriale, le sue caratteristiche i suoi confini, la sua durata e il suo evolvere nel corso del tempo.
L’esclusiva si può riferire sia alla vendita assegnata all’affiliato in una certa zona e/o per una determinata clientela, sia all’esclusività di acquisto del punto vendita affiliato presso l’affiliante e/o altri fornitori convenzionati.

Data: 07/02/2007
Fonte: Redazione

Data di pubblicazione: 18/10/2013 10:00
Data di aggiornamento: 18/10/2013 10:02