.:: Filo ::.

Home > > Formazione professionale: livelli e finalità > Nuove linee guida 2010

Voci Collegate

Newsletter "Numeri e storie"

Nuove linee guida 2010

Governo, Regioni e Parti sociali hanno firmato il 17 febbraio 2010 un’intesa sulla formazione professionale.
L’accordo intende valorizzare la preparazione professionale degli inoccupati, dei disoccupati e dei lavoratori in mobilità o in cassa integrazione, innanzitutto attraverso la rilevazione dei fabbisogni formativi e l’introduzione di un metodo di apprendimento per competenze, che sostituisca l’approccio didattico per discipline separate.

 

L’accordo si articola in 5 parti:

 

  • Attivazione di una unità operativa straordinaria presso il Ministero del lavoro per la raccolta dei fabbisogni di competenze e figure professionali rilevati nei territori e nei diversi settori produttivi. Tale unità si fonderà sulla cabina di regia nazionale già istituita dal Ministero del Lavoro, sugli osservatori regionali già esistenti e sulle strutture delle parti sociali già costituite a questo scopo.
  • Impiego diffuso del metodo concreto di apprendimento per “competenze”. Ciò potrà comportare una convergenza per la definizione di un sistema nazionale di competenze in grado di garantire ai cittadini la spendibilità delle competenze dovunque acquisite.
  • Ampliamento e diversificazione delle azioni formative in favore degli inoccupati attraverso la promozione di tirocini di inserimento, corsi di istruzione e formazione tecnico superiore (IFTS), contratti di apprendistato, e, in generale, promuovendo l’apprendimento nella impresa.
  • Utilizzo di una parte dei fondi interprofessionali per la formazione dei lavoratori in mobilità. Un altro obiettivo è favorire il rientro anticipato dei cassintegrati. Dal punto di vista contrattuale, sarà rilanciato il rapporto di apprendistato soprattutto per giovani, donne e over 50, e il contratto di inserimento con una serie di agevolazioni per il datore di lavoro che assume.
  • Registrazione delle competenze acquisite dai lavoratori sul Libretto Formativo. In via sperimentale, viene introdotto un sistema di accreditamento delle competenze su base regionale, secondo standard condivisi a livello nazionale.

 

Data: 19/02/2010
Fonte: Redazione

 

Data di pubblicazione: 16/10/2013 12:32
Data di aggiornamento: 16/10/2013 12:34