.:: Filo ::.

Home > Cercare lavoro > Consigli pratici per cercare lavoro > Portfolio professionale

Voci Collegate

Newsletter "Numeri e storie"

Portfolio professionale

Il Career Portfolio, o portfolio profressionale è uno strumento che può aiutare tutti nella ricerca di lavoro e di nuove occasioni professionali. Utile sia ad un lavoratore dipendente che sta costruendo il suo percorso di carriera sia a un professionista che cerca clienti collaborazioni e incarichi professionali.

Il termine Portfolio è di origine anglosassone e, in passato, indicava una cartella o una busta di cuoio destinata a contenere documenti di una certa importanza. Il termine diffuso soprattutto tra gli addetti ai lavori delle professioni creativi (Grafici, fotografi, pubblicitari, architetti, stilisti, ingegneri, designer industriali etc. etc. ), raccoglieva certificazioni, progetti , fotografie e lavori vari, che ogni professionista, nel momento in cui si candidava per una certa posizione o partecipava ad una gara per un lavoro di una certa importanza, portava dietro di se e mostrava ai suoi valutatori, clienti o selezionatori. La documentazione così raccolta, rappresentava un campionario delle abilità ed una certificazione della professionalità del candidato. Il career portfolio nasce con l’obiettivo di presentare in maniera creativa le proprie competenze, mettendo in evidenza le potenzialità personali.

Il vostro portfolio è dunque l’insieme delle informazioni che avete raccolto sulle varie professioni, sui vostri interessi, sulle vostre competenze e sui potenziali lavori dei vostri sogni. È qualcosa di molto simile al vostro paracadute, ma è più dettagliato. Può essere una semplice busta o un raccoglitore nel quale conservare tutte le informazioni che avete raccolto, oppure può essere una cartella del vostro computer.

Analogamente al portfolio delle competenze realizzato dalla scuola che raccoglie in modo ordinato e stabile la “storia” dell’intero percorso scolastico di ogni studente, così potete creare un portfolio che contiene non solo i lavori svolti ma anche tutto ciò che possa aiutare la ricerca di un futuro lavoro. Si tratta di un portfolio professionale, ovvero la raccolta dei lavori fatti per dimostrare le competenze acquisite.

Anche se in Italia non è ancora molto diffuso, il portfolio professionale e uno strumento essenziale di self-marketing, da utilizzare nelle ricerca di lavoro prima e durante il colloquio. Pensate a una vetrina per mostrare talenti, competenze, risultati raggiunti e potenzialità di crescita. Insomma tutto quello che è utile per rispondere alla domanda «Perchè dovrei scegliere proprio te?»

Cosa bisogna inserire in un portfolio professionale? Di seguito trovate alcuni suggerimenti, ma non esitate ad aggiungere tutto quello che ritenete importante:

  • Il curriculum vitae sempre aggiornato.
  • Check list delle competenze tecniche, linguistiche, organizzative, relazionali.
  • Obiettivi e risultati raggiunti durante gli studi, le attività extrascolastiche, i progetti realizzati o a cui si è partecipato. Può essere utile presentare i lavori svolti, come tesi, presentazioni, filmati e audio.
  • I lavori svolti, con eventuali referenze o altro materiale utile e significativo di ciascuna esperienza di lavoro
  • Una lista di attività ed esperienze che mostrino il vostro interesse per determinati settori professionali.
  • Una copia dei vostri lavori migliori (se si tratta di qualcosa di tridimensionale allegatene le fotografie).
  • Le informazioni sul tipo di formazione di cui avete bisogno per poter svolgere l’attività lavorativa che vi interessa (comprese le facoltà universitarie consigliate).
  • Le copie di eventuali certificati di formazione.
  • Gli appunti che avete preso durante i colloqui informativi.
  • La vostra lista di contatti (utile per i colloqui informativi, i tirocini eccetera).
  • Gli articoli di giornale che avete raccolto che trattano di persone che svolgono attività professionali che trovate interessanti.

Tenete il vostro portfolio sempre aggiornato. I potenziali lavori dei vostri sogni potrebbero cambiare nel corso delle vostre ricerche di lavoro, sia perché possono cambiare i vostri interessi, sia perché potete scoprire professioni che non conoscevate e che vi consentono di impiegare le vostre competenze e i vostri interessi preferiti.

Se questo succede significa che state prendendo la vostra ricerca seriamente. Ricordatevi però di conservare tutte le informazioni, perché non potete sapere quando un contatto che avete creato o un colloquio informativo che avete sostenuto potrà rivelarsi utile.

Data: 18/07/2011
Fonte: Redazione

Data di pubblicazione: 01/10/2013 14:59
Data di aggiornamento: 01/10/2013 15:03