.:: Filo ::.

Home > Cercare lavoro > Consigli pratici per cercare lavoro > Potenzialità

Voci Collegate

Newsletter "Numeri e storie"

Potenzialità

Le aziende cercano persone che hanno maturato esperienze professionali. Fossero anche minime, ma si rivolgono a chi “già sa fare qualcosa”.
E cosa deve fare allora chi non ha mai lavorato? E’ una domanda che ci viene rivolta da tanti giovani alla ricerca del primo lavoro.
“Sono in grado di fare tutto, non sono in grado di fare nulla.” Ecco gli estremi fra cui oscilla chi ha terminato gli studi e si rivolge al mercato del lavoro. Forse conviene fare il punto della propria storia per identificare quali conoscenze/competenze sono trasferibili (e con quali “aggiustamenti”) nel mondo del lavoro.

Le domande/stimolo che vi proponiamo per indagare le vostre potenzialità sono:

  1. Innanzitutto. Quali sono le vostre conoscenze reali? Quali derivano dagli studi universitari e scolastici. Quali da corsi e letture. Quali sviluppate grazie ai vostri interessi e hobby
  2. Sapete fare concretamente qualcosa anche manualmente?
  3. Avete avuto esperienze seppur minime di lavoro? Quali i compiti, quale il contesto? Si trattava di un lavoro di gruppo o individuale? Che cosa avete imparato?
  4. Di cosa vi siete occupati durante il servizio civile o militare? Quali i compiti e il ruolo? Come questi si possono trasferire nella vita lavorativa civile?
  5. Siete impiegati socialmente o politicamente? Anche in questo caso valutate quali sono i vostri compiti e come queste vostre competenze possono essere trasferite.
  6. Avete capacità relazionali? Quando e come le avete sperimentate
  7. Sapete organizzare?
  8. Siete in grado di lavorare senza una guida?
  9. E per ultimo: che immagine vi rimandano le persone con le quali entrate in contatto?

Data: 20/03/2011
Fonte: Redazione

Data di pubblicazione: 01/10/2013 14:52
Data di aggiornamento: 01/10/2013 14:55